La Sala ONU del Teatro Massimo di Palermo ospiterà martedì 8 marzo alle ore 18 il “Premio Donnattiva  2016” . Un riconoscimento all’eccellenza declinata al femminile per 15 professioniste che si sono contraddistinte nei settori della medicina, del giornalismo, della scuola. L’iniziativa, che è ideata dalla giornalista Ina Modica ha avuto inizio nel 2003 a Monreale e poi negli anni è cresciuta grazie alla Associazione Donnattiva di Monreale, che ha l’ha portata avanti. L’associazione ha il principale obiettivo di creare una rete fra le donne per valorizzare le varie professionalità ed essere a supporto di tutte quelle che hanno bisogno di aiuto. L’edizione di quest’anno, che sarà condotta dalla giornalista Germana Noemi Altese, è stata organizzata in collaborazione con il Comune di Palermo, il patrocinio del Comune di Monreale oltre al supporto di alcuni partner come l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Unicredit, Euromanager Sanità e Logos.

Il primo riconoscimento è stato dedicato alla memoria  della giornalista Cristiana Matano, volto noto di TGS scomparsa prematuramente la scorsa estate che sara’ ricordata dalla giornalista e amica Elvira Terranova.

Tra le premiate di quest’anno ci sono: il medico Piera Amato, la giornalista Anna Barbera, Elisabetta Calandrino  Presidente Associazione SKAL, la docente Maria Campanella, la giornalista Suor Ferdinanda Di Monte, la pediatra Benedetta Ferraro, l’imprenditrice Elena Ferraro, la docente e cultrice di tradizioni popolari Mariella La Rosa, l’oncologa Nicla La Verde, il chirurgo Gabriella Militello, la giornalista Laura Nobile, l’imprenditrice Ina Papino, la regista Lina Prosa, e il procuratore della Repubblica Amalia Settineri.

Tre riconoscimenti saranno assegnati: a Elena Cordone per la fotografia, a Mariella Sapienza per la poesia e scrittura e alla giovane musicista Silvia Vaglica. “Voglio ricordare a tutti – ha detto Ina Modica – che questo premio non nasce per festeggiare, ma per ricordare, per riflettere e per creare una rete tra donne che promuovano tutto cio’ che è positivo per la crescita della nostra società e allo stesso tempo aiutino tutte quelle donne che hanno bisogno di sostegno. A questo proposito voglio ricordare che la nostra associazione ha un obiettivo molto importante che è quello di portare avanti il centro di ascolto contro le violenze sulle donne, nato a Monreale grazie al valido sostegno della Caritas Diocesana, dove lavorano un gruppo di professioniste volontarie. Infine, voglio ringraziare il sindaco Leoluca Orlando che ci ha consentito di organizzare il Premio in un sito così prestigioso che rende onore a me ed a tutte le socie che in questi anni hanno creduto e hanno lavorato a fianco a me per promuovere le donne ed anche la nostra città di Monreale che grazie a questa iniziativa sancisce ancora di piu’ quel rapporto che c’è da secoli con Palermo”.

 

07/03/2016 Alessia Davì